sabato 16 ottobre 2010

Giornalismo spazzatura a Canale 5

L'Italia è vittima di un progetto diabolico messo in atto dall'Indagato Stupratoredemocrazia con le sue televisioni private fin dagli anni '80. Chi ancora avesse dei dubbi può andare a vedersi Videocracy partendo da qualche spezzone su Youtube per capire che cosa sia accaduto in Italia. Certo il dittatore di Arcore ha trovato terreno fertile in menti annebbiate e poco abituate all'analisi, alla curiosità, alla critica e pronte a bere tutto ciò che il tubo catodico (oggi schermo Lcd) propina loro, ma lui ha saputo sfruttare bene, coltivare e far fruttare questo terreno. Dopo aver messo in atto un lavaggio del cervello di massa (almeno il 50% del paese) l'Indagato ora agisce con superbia e le sue televisioni sono un attentato continuo alla democrazia, alla decenza ed alla intelligenza del resto del paese. Ultimo episodio in ordine di tempo quanto è accaduto in Cile con il salvataggio dei minatori rimasti intrappolati per oltre due mesi a 600 metri di profondità. L'altro ieri i minatori sono stati salvati e riportati in superficie con una operazione strabiliante davanti a tutto il mondo. Le telecamere hanno ripreso in diretta televisiva tutta l'operazione andata avanti per oltre 12 ore mostrando il salvataggio come se si trattasse di una semplice operazione di normale amministrazione. Tutto il mondo ha elogiato l'organizzazione e l'efficienza con la quale tutto si è svolto. In Italia la televisione ammiraglia dello stupratore della democrazia non ha resistitio alla tentazione di utilizzare questo evento mediatico mondiale a proprio vantaggio per pubblicità gratuita a favore indovinate di chi ? Nientepopodimeno che la trasmissione spazzatura per antonomasia .. Il Grande Fratello. La giornalista Cesara ha messo in atto un parallelismo da brividi e squallido: ha paragonato i minatori che di volta in volta uscivano dalla viscere della terra ed abbracciavano le squadre di soccorso ed i familiari con i concorrenti del Grande Fratello quando escono dalla casa e si mettono in scena pianti e commozione nel riabbracciare amici e parenti. Un servizio offensivo per quanto avveniva in Cile,offensivo alla intelligenza dei telespettatori, quelli che ancora mantengono una capacità di critica personale, ma soprattutto un goffo tentativo di fare pubblicità alla trasmissione spazzatura utilizzando un evento drammatico conclusosi per fortuna positivamente. Dice il giornalista "Capita di assistere ad un evento toccante ed inedito come la liberazione dei minatori cileni ed avere la strana sensazione di averlo già visto ... quell'uscita spettacolare riporta alla mente la certo molto meno drammatica e volontaria dei concorrenti del grande fratello" ... Ma quale mente malata se non quella di un giornalista di Canale 5 può fare un parallelismo del genere ? e quale spettatore puo' rimanere indifferente ad una simile castroneria se non uno spettatore celebroleso delle televisioni Mediaset ? Ecco questi sono i danno causato dall'Indagato Stupratoredemocrazia, danni che potrebbero essere irreversibili considerato anche che nessuno dei media ha messo sotto accusa un simile servizio.


1 commento:

Alessandro Cavalotti ha detto...

Santoro ha detto vaffanbicchiere, ma vedendo questa roba la tentazione di passare alle maniere forti è irresistibile...