sabato 11 ottobre 2008

Giro di vite .... per i gettacarte


Questo è il governo della tolleranza zero. Ogni giorno si inventano nuovi reati e nuove sanzioni, anche penali, contro chi commette tali reati. Un comportamento contradditorio oltre che ipocrita per un governo che allo stesso tempo ha garantito l'immunità sia al suo Presidente che alle altre tre maggiori cariche dello Stato. Oggi il tentativo di Berlusconi di considerare criminali chi getta una carta o un pezzo di plastica per terra o verso chi scrive sui muri è fallito ma alla fine riuscirà a convincere tutti i suoi alleati. Quindi che dovrebbe dare il buon esempio in questo paese e dovrebbe avere un comportamento irreprensibile, è garantito da processi e da condanne, chi invece per incuria o per maleducazione sporca le strade o i muri dei palazzi, va a finire in galera. Tutto questo accanimento con i più deboli, dai bambini rom, alle prostitute, ai dipendenti pubblici che si ammalano (non i manager), a chi sporca la città sembra destinato ad ottenere un solo obiettivo: oberare i tribunali di un super lavoro per bloccare la loro attività ed arrivare ad un nuovo provvedimento per la scarcerazione di massa ed alla riforma della giustizia cosi' come la vuole il premier per mettere i giudici sotto il controllo della politica. Per inciso la riunione del consiglio dei ministri si è svolta oggi a Napoli, beh i tagli alla scuola in qualche modo servono anche per questo, finanziare gli spostamenti di tutto il Consiglio dei Ministri.

2 commenti:

BC. Bruno Carioli ha detto...

Importante che le apparenze siano salve, quanto alla polvere sotto il tappeto poi....

flo ha detto...

Vale anche per i chewingum?